EVVIVA: STATI GENERALI!

Pubblicato da admin il

Se osservi un socratico, come me, ti sembra che non gli vada mai bene niente. Socrate era paragonato ad un tafano fastidioso. Non si accontentava mai nella ricerca della verità; era consapevole di non sapere e quindi continuava a chiedere “perché?”. Per questo era l’uomo più saggio di Atene ma anche il più odiato dai potenti. L’altro mio maestro, Francesco, dice che dobbiamo “fare il meglio che possiamo con gli strumenti che abbiamo”. Allora, evviva! Sono stati finalmente convocati gli Stati Generali che #ParoleGuerriere chiede da mesi.
“Però” (Trilussa)…
Il percorso disegnato dal reggente Vito Crimi non è chiaro e non tiene conto dei consigli – di buon senso – che pure gli erano pervenuti da tanti portavoce in maniera ufficiale.
Primo fra tutti quello di non permettere documenti calderone privi di una visione politica complessiva e coerente. Bisogna avviare un vero percorso di partecipazione della base, da consolidarsi in mozioni puntuali. Parole Guerriere proponeva di formare un “Comitato di sintesi”, composto dai promotori delle mozioni, con il compito di disegnare il perimetro degli Stati Generali, per scongiurare votazioni plebiscitarie e/o spezzettate sulla “piattaforma Rousseau”.
C’è poi un grande problema di CONFLITTO DI INTERESSI.
Se la votazione del 8 novembre non sarà la prima con l’associazione Rousseau ridefinita come fornitore di servizi puro, gli SG saranno conclusi con un grave vulnus e potrebbero aprirsi voragini ancora più profonde.
Dopo gli ultimi accadimenti, infatti, non si potrà decidere del futuro rapporto fra M5s e Associazione Rousseau sulla Piattaforma Rousseau senza che non siano definiti, PRIMA della votazione, il suo ruolo e i suoi poteri con un contratto di servizi chiaro e trasparente. Dalla stampa si apprende che questa ragionevole richiesta è stata già avanzata da più di 40 parlamentari. Vedremo cosa accadrà. Dal canto mio sosterrò fino alla fine, la proposta di Parole Guerriere agli SG, per in evoluzione necessaria del M5s.
Categorie: Politica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *