Li vedi? Come cosa(?), i colori!

Pubblicato da Diego Antonio Nesci il

Il nostro sistema mentale binario, di cui i computers sono solo il nostro prodotto, per così dire, prevedibile, sono basati sulla riduzione della realtà a due fattori: 0/1 oppure bianco/nero. Grazie a questa impostazione del pensiero – la quale è già un’evoluzione rispetto alla modalità precedente (vedi la teoria di J. Jaynes in Il crollo della mente bicamerale) – la questione della scelta, difficilissima già di per se, in quanto apre il terribile scenario della libertà, diventa possibile ma resta dolorosa. Perché dolorosa?
Perché scegliere una strada, una parte di realtà significa perdere l’altra metà del mondo, resta comunque una grossa perdita, un gioco a somma zero. Almeno, così è se ti pare.
Proviamo a chiederci: ma chi fa il lavoro fondamentale di riduzione della realtà a due fattori? Lo faccio “io”? O penso di farlo “io” ed invece c’è chi ci pensa per me e “io” non me ne accorgo? Che criterio uso o usano? Esistono altri sistemi oltre a quello binario? Tipo un sistema ternario?
[Le domande sono importanti, le risposte verranno]
Siamo tutti spinti a questo tipo di mentalità in bianco e nero. Eppure basterebbe guardaci intorno per vedere che la realtà è a colori.
E questa volta non serve credere, prova.
Guarda, li vedi?
Come cosa? I colori! Non lasciarti distrarre.
Questo discorso è applicabile a tutto. Soprattutto alla politica, alla questione fondamentale Europea di questi giorni per esempio. Proviamo a pensare…
Il sistema di cui tanto si parla in astratto e contro cui tutti ci scagliamo non sarà questo sistema binario di pensare, che sembra naturale, non modificabile? È una questione di Sistema, gridiamo, nelle piazze, nei social, nelle nostre solitarie disperazioni ! Il sistema è marcio. È corrotto. Non funziona! Ebbene, secondo me stiamo parlando del nostro sistema mentale, che è, ancora, binario. Non dico che va distrutto, dico che va fatto evolvere.

L’idea che possa esistere un sistema ternario, non è una battuta (vedi: La Santa Trinità e la Legge del Tre. Il dinamismo trasformativo della Trinità alle luce delle idee di J. Böhme e G.I. Gurdjieff di Cynthia Bourgeault).


Diego Antonio Nesci

Attivista Politico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *